No, la parita’ e’ ancora molto distante. E noi dobbiamo diffondere questi dati, perche’ la consapevolezza e’ sempre il primo passo per il cambiamento. Read, think outside the box.

Ex UAGDC

L’Italia è un paese diseguale. Questo esce fuori dai recentissimi dati  del Rapporto annuale Istat.

L’ascensore sociale è fermo dagli anni’60 : solo il 20,3% dei figli degli operai è arrivato all’università, contro il 61,9% dei figli delle classi agiate. In Italia si respira ancora la diversità tra ceti sociali, ancora troppo netta è la divisione tra “figli di serie a  e figli di serie b”.  Le disuguaglianze sono la parola d’ordine in Italia, dove circa il 30% dei figli di operai ancora abbandonano gli studi tra i banchi di scuola.

La situazione più allarmante si registra per le donne : il 33,7% delle donne tra i 25 e i 54 anni in Italia non percepisce alcun reddito, contro il 4% dei Paesi scandinavi.

Vi riporto di seguito alcuni dei punti più salienti del rapporto Istat, che disegnano chiaramente come l’Italia ancora non sia un paese per donne (soprattutto se…

View original post 627 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...