Certo, non tutti gli uomini odiano le donne…

il ricciocorno schiattoso

Ma tutti gli uomini godono dei privilegi generati da un sessismo diffuso.

(traduzione di Of course all men don’t hate women. But all men must know they benefit from sexism, di Laurie Penny)

Laurie-PennyLe cose vanno male. Negli ultimi mesi è stato quasi impossibile aprire un giornale o accendere la televisione senza imbattersi nella storia di un’altra ragazza minorenne violentata, un’altro esponente politico donna molestato, un’altra trans uccisa. Ma, appena le donne, le ragazze e un numero crescente di uomini iniziano ad esprimersi contro il sessismo e l’ingiustizia, accade qualcosa di curioso: alcune persone lamentano il fatto che parlare di pregiudizi è di per sé una forma di pregiudizio.

Oggi si chiede alle donne che vogliono parlare di misoginia di modificare il linguaggio in modo da non ferire i sentimenti degli uomini. Non bisogna dire: “Gli uomini opprimono le donne ” – Perché è sessismo, un sessismo analogo a quello…

View original post 890 altre parole

4 pensieri su “Certo, non tutti gli uomini odiano le donne…

    • Come ho già commentato nel post del Ricciocorno, la cosa più importante che un uomo può fare è cercare di agire in modo da non perpetuare la cultura alla base di ingiustizie e discriminazioni. Per me l’accento va soprattutto sull’ascoltare le donne, che è un gesto potente: significa riconoscerci il diritto ad esprimere pienamente la nostra soggettività, i nostri bisogni e le nostre istanze. Ascoltare senza pregiudizi – senza pretendere di sapere già che cosa l’altro vuole dire – è una delle cose più difficili che si possano fare, lo dico per esperienza.
      Troppo spesso nella nostra società le opinioni delle donne sono sminuite o hanno meno autorevolezza di quelle delle uomini, e in alcuni casi ciò ha serie conseguenze (nel link che ho messo di là ce ne sono molti esempi), mentre in situazioni normali, come sul lavoro, contribuisce a rallentare e ostacolare le donne.
      Altrettanto importante è il respingere, il prendere la parola contro i discorsi sessisti: anche questo è un gesto significativo, non lasciare che pregiudizi e stereotipi regnino indisturbati nell’accettazione generale, ma confutarli.

      • Per me il nucleo del problema sta in quello che ho detto sopra, l’assumere una prospettiva di riconoscimento e apertura verso le donne. Quello di cui c’è bisogno è un cambiamento di cultura e mentalità. Se tu fossi padre, ti direi che la cosa più significativa e importante che puoi fare è essere dolce con i tuoi figli, insegnare loro il valore delle emozioni e come esprimerle, insegnare loro il rispetto e la parità e fornire loro la possibilità di crescere liberi da pregiudizi e stereotipi, e capirli quando crescono.

        Per una singola persona la riflessione non può che partire da sé e dall’ambiente circostante, riuscire a riconoscere le ingiustizie e cercare di capire le loro cause e le possibili soluzioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...