Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday

Mi unisco alla mobilitazione lanciata dalla scrittrice Gaia Conventi per denunciare e dare visibilità agli atti di stalking di cui è vittima da parte di un sedicente “scrittore” (autopubblicato) di nome Daniel Trillè. Tutta la mia solidarietà a Gaia, nella speranza che questa barriera di visibilità riesca a proteggerla.

giramenti

Caro Daniel,

da diverso tempo ti reputo il mio stalker e spero davvero che tale qualifica non ti offenda. Del resto, sia chiaro, non saprei come altro considerarti: non un ammiratore e nemmeno un semplice utente di Giramenti.

View original post 807 altre parole

Annunci

8 pensieri su “Lettera al mio stalker #FF #stalkingstalkersday

  1. Sono Daniel Trille’ colui che viene dichiarato uno stalker da gaia conventi su tutto internet.
    Io non sono uno Stalker!.
    Preciso che se ho mandato delle minacce alla Conventi affinché lei togliesse l’inizio che ha fatto scattare la molla cioè di togliere tutto quello che c’era scritto su di me in merito al mio libro invece lei nulla.
    Ora io sono pronto a ritirare la querela sporta a Gaia Conventi se lei fa cancellare tutto e anche la sua lettera in merito la finta dichiarazione di essere vittima di stalker !.
    Avevo chiesto di togliere quella pagina di giramenti dal titolo i trammisti mi rendono sospettosa e lei è stata cosi gentile da non averla tolta .
    In merito ai proiettili dico e dichiaro che mi ha portato lei a questo a dire stai attenta che i proiettili costano poco ! che poi non intendevo dire da parte mia che l’avrei sparata intendevo dire che i proiettili costano poco e di finirla perchè potrebbero ammazzarla gl’altri scrittori esordienti, un’altra volta in merito alla parola stai attenta che se continui ad andare a 300 finirai con il farti del male stronza,ma intendevo dire di fare le cose con la testa e di riflettere prima di agire ,un’altra ancora come per prenderla per il culo gli ho mandato comprati una pistola e mettila sulla borsetta visto che è scrittrice di romanzi gialli dovrebbe capirlo lei stessa!.
    Io non sono uno Stalker ma ho problemi di salute ,ma la Gaia Conventi istiga le persone al suicidio.
    Mi sono finto molte persone affinché lei togliesse quel bloger su di me .
    Ha contattato i miei attori del film,si è permessa di contattare anche l’attrice nellina lacanà ,si è permessa di farmi cancellare l’annuncio che cercavo attori,si è intromessa sulla mia vita privata sul fatto che volevo vendere le copie del mio libro e la metta’ andava alla ricerca per la lotta al virus H.i.v.,ha messo sul suo blogger di quel coglione che mi ha chiesto di spedire il pressa pellicole senza tracciatura, quindi gl’oggetti possono essere spediti e andare persi!.
    Ha permesso di pubblicare su internet il fatto di un commento mio,ha permesso di far pubblicare su internet che comunque non ho tenuto operativo il forum evangelico per questioni di tempo che mi manca,e prendermi in giro.Io voglio che Gaglia conventi tolga una volta per tutte quello che ha pubblicato su di me,che mi chieda scusa e che su tutto internet lei dica che ha sbagliato che toglie ogni traccia di questo schifo e porcheria che ha combinato lei e che su tutti i giornali venga pubblicata questa lettera perchè non voglio che a Catania chiunque mi veda abbia paura di me ! perchè io non sono uno stalker.
    E in più voglio che lei dica che ha fatto tutto questo affinche vendesse piu’ copie dei suoi libri!.
    Un saluto lo scrittore Daniel Trille’

    • Signor Trillè, lei deve essere consapevole del fatto che qualunque cosa venga diffusa su Internet è di dominio pubblico: fra gli usi che chiunque ne può fare rientra il diritto di critica.
      Non c’è alcuna ragione per cui Gaia Conventi debba scusarsi con lei: il diritto di critica rientra nella libertà di parola e nella libertà di stampa.
      Per il resto, Gaia Conventi ha raccontato dei fatti e ogni lettore del suo blog è libero di farsi una sua opinione in merito: se lei sente di essere nel giusto, le accuse della signorina Conventi non dovrebbero tangerla.
      Ora anche i lettori del mio blog, Il Ragno, hanno uno strumento in più per farsi un’opinione: il suo punto di vista.
      Detto questo, spero che lei non sia andato su ognuno dei blog che hanno ribloggato il pezzo di Gaia Conventi a commentare, perché non sarebbe un atteggiamento molto equilibrato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...