Il caso di Valentina e la legge 40 sulla fecondazione assistita

La vicenda di Valentina ci mostra quanto sia urgente iniziare a riportare al centro del dibattito femminista italiano la legge 40, uno scempio condannato dall’Europa, antiscientifico e in contraddizione con il principio di autodeterminazione sancito dalla legge 194.

#Centonovantaquattro

163153731-01aeeb1e-903e-44d0-b993-87da7a08bd0f La storia di Valentina , la donna che ha abortito in un bagno del Pertini di Roma senza ricevere alcuna assistenza medica, ha fatto il giro della rete e delle pagine dei quotidiani, ha suscitato giustamente indignazione e rabbia.
In un periodo storico in cui i diritti delle donne all’autodeterminazione sono costantemente minacciati, una vicenda come quella di Valentina ha ribadito la necessità di lottare perchè non si torni indietro, non si torni agli aborti clandestini, quelli in cui le donne morivano.

I siti femministi nel riportare la storia di Valentina si sono soffermati sulla sacrosanta denuncia dell’eccesso di obiezione di coscienza che viene a configurarsi in questo caso, ma in realtà in tutti, come mancata assistenza medica, sulla necessità quindi di rivedere la legge 194 in questo senso, limitando o eliminando, io personalmente sono per la seconda opzione, la possibilità di obiezione dei medici ginecologi, ma non ho visto…

View original post 816 altre parole

Annunci

4 pensieri su “Il caso di Valentina e la legge 40 sulla fecondazione assistita

    • Già. Un perfetto esempio di legge “ad ecclesiam”. Ricordo ancora i volantini appesi nella bacheca della chiesa del mio paese che parlavano di quello che sarebbe potuto accadere senza quella legge in modo raccapricciante. Ero piccola e non ricordo le parole precise, ma ricordo la sensazione di spavento che mi avevano lasciato addosso…

      • Io avevo più o meno 14 anni e ricordo il terrorismo psicologico che fu fatto dalla Chiesa aiutata dai media.
        Indegno di una nazione che si dice civile…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...