Simposi contemporanei. Sulla diatriba tra Valentina Nappi e Diego Fusaro.

Lo so che questo c’entra poco con quello di cui scrivo di solito, ma ho riso molto.

Riflessioni sulla vita debosciata

Ho deciso di aprire una rubrica chiamata “Il Simposio dei giorni nostri” e di raccogliervi tutte le diatribe tra pseudo-intellettuali a cui mi capita malauguratamente di assistere. Forse saprete che tanto tempo fa, quando non esistevano i social network e non c’era ancora Gasparri che insultava le 13enni chiatte fan di Fedez, gli intellettuali usavano litigare e insultarsi tra di loro pubblicando dei saggi nei quali rispondevano ad accuse poste dall’avversario a sua volta in un suo scritto. Senza voler arrivare necessariamente ai tempi antichi, voglio ricordare il caso di Thomas Mann – al quale sono particolarmente legata – il quale litigava furentemente con il fratello Heinrich a colpi di saggi. Sì, con il fratello. Avete presenti le lotte di cuscini, i dispetti tipo legare i lacci delle scarpe alla sedia o rubare le mutande, ecco, no, loro scrivevano dei saggi e dentro ci “nascondevano” velati insulti rivolti all’altro. Un po’…

View original post 2.531 altre parole

Annunci

16 pensieri su “Simposi contemporanei. Sulla diatriba tra Valentina Nappi e Diego Fusaro.

  1. Allora io non penso che una pornostar non possa parlare di filosofia o di politica o sia stupida per via del lavoro che fa , ma c’è un limite a tutto e dipende dalla persona in se stessa,capisco e aprezzo quando la Nappi magari dice che le donne dovrebbero divertirsi di più in ambito sessuale e cosi via , quindi auspicherebbe un liberazione sessuale ,ma penso che alle volte esageri , perché critica la società attuale ma poi vorrebbe che tutti facciano come vuole lei e cosi non va tanto bene ,la libertà sessuale delle donne dovrebbe essere di fare sesso con chi si vuole(bianco,nero, alto, basso e cosi via) quando si vuole come si vuole e senza essere giudicate per questo , vestirsi come si vuole anche molto succinte , e non giudicare male una donna perché fa la spogliarellista o la pornostar , ma cosi lei invece non fa latro che peggior le cose , e poi va bene scrivere su micromega ma forse sbaglia argomento e argomentazioni , a questo punto preferivo Ilona staller e Moana Pozzi che nelle intervista che hanno fatto sembrano dire cose più sensate di quelle che dice Valentina oltre ad esser state non solo pornostar.

    • Come nota l’autrice dell’articolo originale, è proprio Valentina Nappi a pretendere che la libertà sessuale funzioni a senso unico – ovvero che sia vera libertà solo quello che fa lei, e se tu preferisci dire “no grazie” allora sei una figa di legno repressa.
      A me più che altro della vita sessuale e del lavoro di Valentina Nappi non importa. E so che ci sono persone maschiliste che usano il suo lavoro per attaccarla, ma lei ormai usa questo fatto come una difesa preventiva (Hai detto che dico sciocchezze? Ecco, lo dici solo perché non accetti che una pornostar sia più intelligente di te, pseudointellettuale saccente e puritano!).

  2. il problema della Nappi è proprio questo: per essere “liberi” bisogna fare per forza quello che fa lei. Io rispetto chi è più disinibito sessualmente e slega il sesso dal sentimento amoroso come rispetto chi è più “romantico”, con tutte le vie di mezzo possibili.
    Non che Fusaro sia meglio..diciamo che è uno “scontro tra titani”

    • Per questo ho riso molto del post originale – mi domando se siano davvero convinti quando scrivono le loro elucubrazioni o percepiscano la farsa che il loro dibattito appare essere dall’esterno.

      Concordo con te: in questo ambito anch’io mi trovo dal lato “conservatore” (per quanto mi riguarda, non mi permetterei mai di considerare universalmente valido il mio stile di vita) e non è che senta il fare sesso solo con la persona che amo come “di meno” rispetto alla promiscuità.

  3. Che poi la Nappi non dovrebbe attaccare in questo modo il femminismo , se lei ha molte libertà e grazie al femminismo senza considerare che ci sono femministe che non hanno nulla contro la pornografia , il problema semmai è l’ ipocrisia di molti che da una parte la vedono ma se poi una donna fa le stesse cose la insultano pesantemente, tipo fare sesso con un ragazzo di colore per esempio e gli esempi potrebbero essere molteplici oppure vedere due donne che fanno sesso in un video porno e magari poi scandalizzarsi per due donne che si baciano in pubblico.

    • A me dispiace, ecco, che la Nappi non si sia mai informata a sufficienza prima di bollare tutto il femminismo come inutile e antisesso.
      Da un’intellettuale mi aspetto la volontà di approfondire un argomento prima di criticarlo.

      Sull’ipocrisia hai pienamente ragione. E infatti Fusaro fa una figura veramente misera ad attaccare la Nappi per la sua professione piuttosto che per i suoi argomenti (che come riflettevamo con Paolo sono anche piuttosto debolucci di per sé).

  4. Se la Nappi vuole proprio usare la provocazione lo potrebbe fare su altri temi, tipo tutti dicono di essere anti-razzisti però poi magari se vedono una donna e una ragazzo di colore che camminano mano per la mano , fatto le solite battutaccie e brutti commenti, oppure se vedono una donna che porta un passeggino e magari lei è con abiti succinti , dicono tipo “una madre non dovrebbe portare questi vestiti” e cosi via di certo la Nappi sbaglia bersaglio.

    • A me piacerebbe scriverle, sai? Vedere se è possibile avviare una conversazione, un confronto sui temi del femminismo e della sessualità.
      Magari una volta o l’altra lo faccio.

      • Be potresti provarci , non sarà facile confrontarsi con lei ma potresti provarci sicuramente è un altro modo di vedere la sessualità.

      • Al 90% non mi prenderà in considerazione se le scrivo un commento sul suo blog su MicroMega. Ma almeno ci avrò provato. Solo che adesso non ho proprio tempo…

  5. Che poi lei per esempio , ha parlato a favore degli omosessuali (avendo fatto anche scene lesbo) , una volta è stata invitata durante un incontro in cui si parlava di bisessualità, alle volta ha pure criticato Matteo Salvini per alcune sue posizioni, quindi è illogico che vada cosi tanto contro il femminismo.

      • Vorrei aggiungere una cosa, una cosa che – a quanto pare – da quel che leggo in giro, nessuno ha notato. Ho letto le cose che questa signora scrive e, non contenta, ho guardato anche qualche video e ascoltato qualche audio in cui interviene a manifestazioni, concede interviste e dice la sua sul mondo. Ebbene, a me appare lampante come la persona che parla non possa essere in alcun modo quella che scrive. Se la prima appare così poco scolarizzata da sbagliare i congiuntivi; la seconda, al contrario, è persona colta, quasi sicuramente laureata in filosofia. La seconda pare sia, come adombrato nell’articolo, il suo fidanzato: filosofo e matematico. Perciò, se questa tizia avesse davvero la cultura e l’erudizione che dimostra scrivendo (sia per l’età, sia per il mestiere svolto) le si dovrebbe fare un monumento. E non scherzo. Meriterebbe davvero la curiosità che le gira intorno, per il solo fatto di usare correttamente la punteggiatura. Il fatto è che il corpo è suo, e in ciò realizza in pieno il noto motto femminista. Ma i testi purtroppo no.

      • Grazie per il tuo commento, mi scuso per il ritardo nella moderazione ma sono stata priva di Internet per un guasto alla linea, e il tecnico è arrivato solo oggi.
        L’ipotesi che non sia Valentina Nappi a scrivere i testi che firma è incredibilmente triste, per quanto plausibile.

      • Anche io, in realtà. Perché sarebbe una forma di slealtà assolutamente incoerente da parte sua, e perché vorrei credere che una persona che si è posta l’obiettivo di dimostrare che si può essere pornostar e scrivere di filosofia…be’, lo dimostrasse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...