Proud to be Pride

Originally posted on Illetteralmente:
In questo mese di Pride italiani, di commenti se ne sono sentiti di tutti i generi. E non solo sulla falsariga del “facciamo una messa sulle vie del Pride se no Nostrosignore si incazza e ci manda le cavallette“, immancabile espressione di una minoranza poveretta, piccola e vocale; ma anche dubbi…

Two months in Malta: the internship, fifth week

Non c’è stato un giorno in cui mi sono accorta di aver passato un mese in quell’ufficio. Al contrario, nonostante mi fossi ormai ambientata, i giorni sembravano scorrere via molto rapidamente. Arrivavo a casa – un posto dove tornare, potersi togliere le scarpe, farsi un tè caldo e dormire diventa casa in pochissimo tempo – […]

“L’unica malattia è l’omofobia”: il resoconto dell’evento

Il 17 gennaio 2015 a Milano, di fronte all’uscita della stazione Gioia della metropolitana, si è tenuto l’evento “L’unica malattia è l’omofobia”, una manifestazione di protesta contro il convegno della Regione Lombardia in difesa della “famiglia tradizionale” organizzata dai Sentinelli di Milano, che ringrazio molto. L’obiettivo della protesta era semplicemente ribadire che quello che ha fatto Maroni – […]

La Regione Lombardia promuove la difesa della “famiglia tradizionale”

Tramite la pagina Facebook “I Sentinelli di Milano” vengo a sapere di questo convegno.   Tale convegno, organizzato dalla Regione Lombardia, promuove la famiglia “naturale”, quella fondata sul legame fra un uomo e una donna, sancito dal matrimonio e dalla procreazione di figli, nonostante il concetto di famiglia naturale dal punto di vista sociologico non abbia […]

Il discorso di Mika sul bullismo

Mika, il cantante inglese di origini libanesi noto per essere uno dei giudici di X-Factor, è stato anche una vittima di bullismo quando frequentava la Westminster School di Londra, dagli undici anni in poi. Di questo vissuto ha parlato in un’intervista rilasciata a Sette del 3 ottobre 2014, da cui sono tratte tutte le citazioni in questo post, una […]

Two months in Malta: the internship, fourth week

Trascorse tre settimane, ho iniziato a sentirmi parte dell’ufficio, a smettere di sobbalzare quando i ‘colleghi’ mi salutano al mattino e prima di uscire e a ricordare tutti i nomi associati alle facce, non solo quelli delle persone che mi trovo ad aiutare abitualmente. Sin dall’inizio qualcuna delle colleghe mi ha dato un passaggio verso […]