Uteri portatili e portatrici di utero

Ora e sempre, coltivare il dubbio. Quando ci sono di mezzo i corpi, e non solo le scelte, ma anche gli squilibri di potere, schierarsi e semplificare spesso fanno un torto a tutti. Dobbiamo confrontarci con la complessità, e questo significa ammettere le nostre incertezze.

ruminatiolaica

di Ilaria Sabbatini

Bene, oggi sarà una giornata elettrica. Qui siamo tutti malatini, la libreria è esplosa, i panni da mettere via fanno concorrenza a quelli da lavare, la valigia non è ancora sfatta, ho preso sonno a un’ora indecente e devo sbrigare una quantità di lavoro superiore alla quantità di tempo a disposizione. Tutto normale insomma, compresi i sensi di colpa per il fatto di mettermi a scrivere di attualità mentre dovrei dedicare la testolina ad altre più urgenti questioni pratiche. Nel bel mezzo di questa tempesta domestica e lavorativa, infatti, mi sono giunti gli echi delle polemiche sulla paternità di Vendola che però − rullo di tamburi − parlano di tutto fuorché della Gravidanza Per Altri, altrimenti detta GPA.

Vorrei anzitutto sgombrare il campo dalle oscillazioni linguistiche ponendo l’attenzione su un testo che, a prescindere dalle conclusioni, ha il grande merito di fare chiarezza. Sto parlando dell’articolo…

View original post 2.006 altre parole

10 pensieri su “Uteri portatili e portatrici di utero

  1. Personalmente sono contro l`utero in affito (o come lo si voglia chiamare)voglio dire si parla di mercificazione quando parliamo di spot,si parla di mercifazione quando si parla di prostituzione che alla fine e solo un rapporto sessuale,qui stiamo parlando di farsi inseminare artificalmente e aspettaere 9 mesi e partorire un bambino per altri,e io personalmente sono completamente contrario,posso capire la stepchild,e questo va al di la del discorso che delle coppie gay possano adottare bambini,e poi il discorso del aborto non c`entra ,si abortisce perche non si vuole un figlio in quel momento(e usando le precauzioni che esistono ben poche donne dovrebbero riccorere al aborto)e poi un conto e donare il seme un conto e tenersi in pancia per 9 mesi un bambino di altri

    • Hai detto tutto quello che c’è da dire, l’associazione fra utero in affitto e coppie gay è una fallacia logica (sappiamo che sono prevalentemente gli etero a usarlo, e sappiamo che non c’entra niente con la stepchild adoption), per l’esattezza è una generalizzazione indebita da pochi esempi famosi, come Nichi Vendola ed Elton John.

  2. Credo che nel propio utero bisogna far crescere solo i bambini che si vogliono allevare non quelli che si vogliono dare a altri per soldi.

  3. Il discorso potrebbe essere diverso se tu stai facendo questa cosa per una persone che conosci e lo fai per affetto e per amicizia e non per soldi, come un caso di cui parlavano alla televisione dove una donna (un ostetrica) voleva un bambino ma ha avuto un aborto spontaneo al 9 mese di gravidanza e dopo un operazione non poteva più avere figli naturalmente allora la madre si era offerta per darle un bambino , in questo caso potrei anche capire, poi sul discorso coppie gay/etero be una coppia di donne lesbiche per rimanere incinta hanno solamente bisogno di essere inseminate artificialmente col seme maschile quindi se parliamo di gay solo nelle coppie di uomini omosessuali dovrebbero ricorrere a questa cosa (ovviamente solo nei paesi dove non possono adottare )

  4. io non sono una donna quindi non potendo rimanere incinta magari non so bene alcune cose, ma per esempio se io dovrei ricorrere(anche se probabilmente se io lo la mia compagnia fossimo sterili penso che se fosse possibile adotterei) magari vorrei che questa donna che per 9 mesi si tiene nel grembo la mia bambina/o vorrei che poi rimanesse comunque tipo come una specie di zia per la bambina/o e poi quando crescerà e potrà capirlo gli e lo spiegherei .

      • e nella gravidanza vorrei comunque andarla a trovare con una certa frequenza voglio dire ha in grembo mio figlio ,del resto se io fossi una donna (anche se non penso che farei mai una cosa del genere) mi dispiacerebbe molto dare alla luce un figlio e poi non rivederlo mai più , uno dei problemi di questa pratica che penso che purtroppo sia successo e se il figlio è malato, del resto la scienza medica non sempre è in grado di assicurarsi con precisione se il bambino sia completamente sano quando è nel grembo della madre.

      • Purtroppo nulla è prevedibile al 100% quando si tratta di una fase così delicata. Ma il vero punto è che non è giusto, e nemmeno umano, scindere la donna dall’utero e pretendere di servirsi del secondo e tagliare fuori la prima.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...